Manipolazione di bambini e genitori: come riconoscere e fermare

La manipolazione è il tentativo di una persona di influenzare il comportamento di un’altra persona al fine di ottenere qualche beneficio per se stessi. Manipolatori che incontriamo abbastanza spesso nella vita. Premono sulle nostre debolezze, ricattano, lusingano, cercano di provocare il senso di colpa. Quindi come possiamo riconoscerli e fermarli??

Lo psicologo Sergei Nesterov parla dei tipi e delle cause della manipolazione, così come dei modi per resistervi nel suo blog di Instagram.

Secondo l’esperto, ogni giorno ogni persona è manipolata o è manipolata da qualcun altro.

Come avviene la manipolazione??

"Per ottenere ciò che vogliono, le persone dicono frasi e fanno cose che suscitano certi sentimenti negli altri", – spiega lo psicologo (di seguito l’ortografia e la punteggiatura dell’autore sono conservate).ed.)

Quando andare da uno psicologo: il parere degli esperti

Alcuni dei sentimenti più forti sono il senso di colpa, la vergogna, il dovere.

Come fanno i genitori?

  • Per esempio, una madre dice al suo bambino: "Se non torni subito a casa, dovrò prendere delle pillole o chiamare un’ambulanza". Cioè, la madre è la manipolatrice – la vittima, il bambino si sente in colpa per far sentire male la madre.
  • "Bisogna finire bene la scuola", "Ti ho cresciuto, tutto il tempo che passo con te", "Non sono uscita con nessuno dopo aver divorziato da tuo padre e ho fatto tutto per te".
  • Quando i genitori ignorano, si risentono – è una forte manipolazione del bambino. Si sente in colpa per averli sconvolti e fa di tutto per farlo sparire.

Come non sgridare un bambino: 5 consigli da uno psicologo

Come vengono manipolati i bambini?

  • "Hai rovinato tutta la mia vita. Perché mi hai messo al mondo?. Tu sei la ragione per cui lo faccio". Anche questo provoca molti sensi di colpa. I genitori sono solo distrutti dall’interno.
  • Condizionamento, il ricatto è anche manipolazione quando un uomo chiede qualcosa in cambio della sua azione: "Se mi parli così, me ne vado di casa". "Non lo farò se non mi ridate il mio telefono".
  • Il bambino può non parlare e può offendersi per far sentire alla madre che ha fatto qualcosa di sbagliato.

La manipolazione viene dall’infanzia

  • Quando un bambino non voleva mangiare il suo porridge, gli veniva detto: "(lo mangerete e andrete a guardare i cartoni animati".
  • "Comportati bene e ti comprerò un giocattolo".
  • "Andare a casa di un amico per un pigiama party se si pulisce tutta la casa" e così via.

Come smettere di essere una vittima: consigli pratici di uno psicologo

Motivi di manipolazione

  • Debolezza. Un bambino non ha avuto l’attenzione degli adulti e ha dovuto cercare attenzione e cura. Cresce e perde la speranza di raggiungere i suoi obiettivi con mezzi diretti.
  • Non credere nell’efficacia di una richiesta. Molti desideri dell’infanzia non realizzati. È difficile per un bambino capire che i suoi desideri non sono realistici.
  • Ora l’adulto sente inconsciamente che i suoi desideri non sono realistici, e che le sue richieste sono inefficaci. Alcune culture hanno una forte idea irrazionale "# non chiedere mai niente #". E di conseguenza che? Domanda!
  • La mancanza di fiducia nell’efficacia della persuasione. Il bambino dimostra ai suoi genitori perché questo o quello è importante per lui. Per esempio, comprare un giocattolo. E i genitori semplicemente non soddisfacevano la richiesta, a volte senza nemmeno spiegare perché si rifiutavano: "Semplicemente non lo faccio, ecco tutto!"
  • Il desiderio di un vantaggio unilaterale. Non puoi lasciare che vinca qualcun altro. Vincere per un altro può non farci male, ma siamo abituati a raggiungere fin dall’infanzia, siamo abituati a perdere è male.
  • L’abitudine. Alcuni sono abituati come bambini ad essere manipolati per ottenere le cose.

Come imparare ad esprimere i propri sentimenti: 2 consigli pratici da uno psicologo

"# La manipolazione circonda l’uomo #. Ogni giorno. Ma sono di tutte le forme e dimensioni: da quelle semplici a quelle che possono far sentire una persona in colpa per molto tempo.

E questo è qualcosa con cui bisogna lavorare. Perché rallenta una persona e le impedisce di vivere la sua vera vita felice.

Il più alto senso

di disprezzo per se stessi è il senso di colpa. Non lasciare che la gente ti faccia sentire così", – Sergei Nesterov riassume il tutto.

Sii il primo a saperlo

Iscriviti per ricevere le ultime notizie, foto, video e altre notizie esclusive sul Kazakistan.

Weitere interessante Artikel...